I Sa.Sol. Point – La rete
della solidarietà

Il Centro di
Servizio per il Volontariato Sardegna Solidale ODV persegue le finalità
previste nello Statuto, tra l’altro, con
una presenza capillare in tutto il territorio regionale. A questo scopo il CSV
Sardegna Solidale ODV è articolato in sedi operative territoriali denominate
Sa.Sol. Point, punti di Sardegna Solidale.

Nelle more della ridefinizione della struttura
territoriale (in fase di ricostituzione) il CSV Sardegna Solidale è strutturato
come segue:

– una sede
centrale, a Cagliari, dove sono operativi la segreteria organizzativa, i
servizi di back-office e i servizi di front-office.

– 40 Sa.Sol. Point,
in grado di offrire tutta la gamma dei servizi del CSV su tutto il territorio
regionale.


I Sa.Sol. Point sono sedi operative del CSV Sardegna Solidale ODV, istituiti dal Consiglio Direttivo e attivati in base alla centralità rispetto al territorio di riferimento.

L’ambito territoriale di riferimento di ciascun Sa.Sol. Point è
definito dal Consiglio Direttivo del CSV Sardegna Solidale ODV.

I Sa.Sol. Point possono essere presidiati da
personale dipendente e/o da operatori volontari in grado di
offrire la gamma dei servizi promossi dal CSV sul territorio di propria
competenza.


I Sa.Sol. Point adempiono ai
seguenti compiti e funzioni:

  • Favorire, attraverso appositi momenti consultivi, la più ampia partecipazione delle Organizzazioni di Volontariato e degli Enti di terzo settore locali in cui operano volontari alla realizzazione del programma annuale del CSV Sardegna Solidale;
  • Svolgere attività di promozione, orientamento e animazione territoriale a favore e a sostegno del volontariato attivo nelle ODV e negli ETS presenti e operanti nel territorio di propria competenza;
  • Fungere da strutture di riferimento e di sostegno per iniziative e attività promosse dalle ODV e dagli ETS in cui operano volontari;
  • Instaurare rapporti di comunicazione e di scambio con i cittadini e con i portatori di interessi diffusi;
  • Raccogliere i dati relativi ad ogni richiesta ed esigenza delle OdV ed ETS in cui operano volontari del territorio di riferimento;
  • Convogliare presso la sede centrale del CSV Sardegna Solidale le richieste pervenute;
  • Contribuire all’aggiornamento continuo della banca dati e del centro di documentazione;
  • Collaborare con Istituzioni Pubbliche, Enti Locali, Scuole di ogni ordine e grado ed altri organismi pubblici e privati per intraprendere iniziative di solidarietà e per promuovere e diffondere cultura e atteggiamenti solidali.
  • Promuovere e favorire la costituzione di reti e sinergie fra volontari delle diverse ODV , degli  ETS in cui operano volontari e scuole, università e istituzioni pubbliche e private presenti nel territorio.

Ogni
Sa.Sol. Point ha:

  • 1
    Referente Territoriale;
  • 1
    Coordinatore delle Attività.

Il
Referente Territoriale e il Coordinatore delle Attività  sono designati dal Consiglio Direttivo del
CSV Sardegna Solidale in base a criteri di esperienza, competenze
specifiche sul volontariato e sul terzo settore e di rappresentatività nella realtà associativa locale.

Il Referente Territoriale e
il Coordinatore delle Attività devono avere competenze empatiche/relazionali,
comunicative, organizzative e capacità di creare collaborazione e sinergie con
le persone, le organizzazioni e gli enti pubblici e privati presenti nel
territorio.

Il Referente Territoriale e
il Coordinatore delle Attività del Sa.Sol. Point possono avere una
Organizzazione di Volontariato, o altro ETS in cui operano volontari, di riferimento con la quale collaborano operativamente
le altre organizzazioni di Volontariato e gli altri ETS di quel territorio.

Il Referente
Territoriale e il Coordinatore delle Attività 
rispondono del loro operato al Consiglio Direttivo del CSV Sardegna
Solidale che può revocare l’incarico in qualsiasi momento con provvedimento
motivato.

Il
Referente Territoriale e il Coordinatore delle Attività  partecipano alla Consulta territoriale del
CSV Sardegna Solidale ODV secondo le regole previste dallo statuto e dal
presente regolamento.

Il Referente elabora apposita nota dei servizi offerti e redige una relazione
annuale
dell’attività effettuata.

In
caso di assenza prolungata o di cessazione del Referente Territoriale o del
Coordinatore delle Attività, le relative funzioni, su mandato
del Consiglio Direttivo, sono
svolte rispettivamente dal Referente Territoriale o dal Coordinatore delle Attività
o da altra persona designata dal Consiglio Direttivo del CSV Sardegna Solidale
ODV in funzione di supplente fino alla nomina del nuovo Referente Territoriale
o del nuovo Coordinatore delle Attività 
.

Il Consiglio Direttivo del CSV Sardegna Solidale ODV, anche su proposta
della Consulta territoriale, può designare altri ruoli all’interno del Sa.Sol.
Point, anche temporanei.

Per ricoprire l‘incarico di
Referente e Coordinatore del Sa.Sol Point, oltre a quanto previsto dallo
statuto, si applicano i requisiti di rappresentatività nella realtà
territoriale, onorabilità, professionalità, incompatibilità ed indipendenza di
cui all’articolo 61 comma 1, lett. i), nn. 1), 2), 3) e 4) del Codice del Terzo
Settore.


I Referenti Territoriali e i
Coordinatori delle Attività costituiscono la Consulta Territoriale del CSV
Sardegna Solidale ODV.

La Consulta Territoriale è
presieduta dal Presidente del CSV Sardegna Solidale ODV ed è convocata almeno
tre volte all’anno con avviso di
convocazione comunicato mediante messaggio di posta elettronica o sms
certificato, almeno 5 giorni prima della data prevista e indica luogo, data,
ora della riunione e relativo ordine del giorno. I documenti relativi alle
materie da trattare possono essere resi consultabili con lo stesso preavviso,
anche in modalità telematica o con altro sistema.

Alle convocazioni della Consulta Territoriale possono partecipare i
componenti del Consiglio Direttivo, dell’Organo di Controllo e del Collegio di
Garanzia del CSV Sardegna Solidale ODV.

Le proposte adottate dalla Consulta territoriale sono sottoposte alla
valutazione del Consiglio Direttivo.


Ogni Sa.Sol Point deve presentare
un programma di attività per l’annualità di riferimento, entro il termine
fissato dal Consiglio Direttivo del CSV Sardegna Solidale ODV.

Il programma di attività deve
essere elaborato sulla base di incontri programmatici con le ODV e gli altri
ETS in cui operano volontari del territorio di competenza e deve essere
sottoscritto sia dal Referente Territoriale che dal Coordinatore delle
Attività  .

Il
Referente del Sa.Sol Point deve anche:

  • Provvedere alla tenuta e all’aggiornamento dell’elenco delle ODV e degli
    altri ETS del territorio, al disbrigo della corrispondenza, alla redazione ed
    alla conservazione dei documenti e verbali delle riunioni del Sa.Sol Point;
  • Inviare al Consiglio Direttivo del CSV Sardegna Solidale la relazione
    annuale di attività;
  • Provvedere a tutti gli adempimenti necessari alla realizzazione del
    programma di attività approvato dagli organi sociali del CSV Sardegna Solidale
    ODV, per quanto di sua competenza.


Le sedi dei Sa.Sol. Point

(riferimenti in aggiornamento)

I Sa.Sol Point sono ubicati nei seguenti Comuni:

1. Cagliari

2. Sassari

3. Nuoro

4. Oristano

5. Olbia

6. Macomer

7. Lanusei

8. Sanluri

9. Carbonia

10. Sinnai

11. Villaputzu

12. Iglesias

13. Gonnosfanadiga

14. Terralba

15. Sorgono

16. Orosei

17. Bosa

18. Ozieri

19. Alghero

20. Tempio Pausania

21. La Maddalena

22. Villacidro

23. Perfugas

24. Porto Torres

25. Bonorva

26. Bono

27. Bitti

28. Gavoi

29. Isili

30. Ghilarza

31. Mogoro

32. Quartu Sant’Elena

33. Senorbì

34. Assemini

35. Ales

36. Samugheo

37. Tortolì

38. Siniscola

39. Ittiri

40. Capoterra